domenica 24 luglio 2016

Charles Bukowski "per favore"


Charles Bukowski 
per favore






Salvatemi da quei tipi li
dai loro confortevoli volti levigati
dalla loro rilassata sfrontatezza,
dalle loro gambe accavallate,
dalle loro scarpe di tela,
dai loro stomaci protundenti,
dalle loro menti ottuse,
dalla loro gelida cortesia,
dai loro pallidi sorrisi,
dal loro superfluo armeggio
 col nostro tempo,
dal loro ingresso nella nostra vita
tramite terzi.
dio, la gente orrenda con cui hai
 a che fare
solo perché del tutto solo
 non vuoi stare.
 questi zucconi,
 questi boccaloni,
questi invertebrati,
 e le  loro insopportabili
visitine
dietro le tapparelle,
rosicchiando cibarie, 
centellinando il vino,
coi loro culi ingombranti
spaparanzati da qualche parte,
sempre disposti a fermarsi un giorno in più,
una settimana in più,
una vita in più,
così contenti,
deliziati
alla tua vista,
salvati per puro caso
dalla tua furia,
ingrassano davanti ai tuoi occhi
imbottendosi la bocca
di olive, frutta e patatine
sorridendo con labbra
turgide di vino...
qualcuno magari ci vede qualcosa
in quei tipi lì,
o ha bisogno di qualcosa
da loro
ma io rabbrividisco
fino alle mie sporche budella
incredulo
a quel che ho
davanti.
tanto quelli di nulla s'accorgono,
sbadigliano,
e stiracchiano le gambe
fino a occupare il mio
spazio.





Nato in Germania nel 1920,  si trasferisce a Los Angeles all'età di 2 anni. La vita in questo nuovo paese non è semplice, la situazione familiare non è delle più felici, racconterà queste vicende nel suo romanzo "Panino al prosciutto". Negli anni successivi fa molti lavori spendendo tutto quello che ha per bere. Cambia continuamente città e dopo varie esperienze, sia lavorative che sentimentali,scrive Factotum e Post Office.
Successivamente scrive Donne, e Storie di Ordinaria follia. Vivrà in serenità con la moglie Linda e tanti gatti nella sua casa di San Pedro. Nel 1988 si ammala di tubercolosi, ma continua a scrivere e pubblicare libri , Hollywood e Pulp, fino alla fine dei suoi giorni. Muore nel 1994 stroncato dalla leucemia.

lunedì 18 luglio 2016

Kahlil Gibran - Sul matrimonio


Sul matrimonio 

Kahlil Gibran






Allora Almitra di nuovo parlò e disse: Che cos’è il Matrimonio, maestro?
E lui rispose dicendo:
Voi siete nati insieme e insieme starete per sempre.
Sarete insieme quando le bianche ali della morte disperderanno i vostri giorni.
E insieme nella silenziosa memoria di dio.
Ma vi sia spazio nella vostra unione,
E tra voi danzino i venti dei cieli.
Amatevi l’un l’altro, ma non fatene una prigione d’amore:
Piuttosto vi sia un moto di mare tra le sponde delle vostre anime.
Riempitevi l’un l’altro le coppe, ma non bevete da un’unica coppa.
Datevi sostentamento reciproco, ma non mangiate dello stesso pane.
Cantate e danzate insieme e state allegri, ma ognuno di voi sia solo,
Come sole sono le corde del liuto, benché vibrino di musica uguale.
Donatevi il cuore, ma l’uno non sia di rifugio all’altro,
Poiché solo la mano della vita può contenere i vostri cuori.
E siate uniti, ma non troppo vicini;
Le colonne del tempio si ergono distanti,
E la quercia e il cipresso non crescono l’una all’ombra dell’altro.







Nasce a Bsharri, in Libano, il 6 dicembre 1883, le sue opere si diffusero ben presto oltre il suo paese d'origine diventando un mito fra i giovani che consideravano i suoi scritti come breviari mistici. Il suo intento, riuscito, è stato quello di unire la civiltà occidentale a quella orientale. Muore a New York il 10 aprile 1931.

venerdì 15 luglio 2016

CIATDM - ASCANEWS - Pokémon Go, Telefono Azzurro: attenzione a rischio pedofili "Malintenzionati potrebbero usare l'app per adescare minori”

Riportiamo qui di seguito una notizia del 15 luglio 2016 dell'agenzia giornalistica ASCANEWS, riguardante il serio pericolo che i bambini incorrono con i giochi online!


“ La nuova app Pokémon Go, che si preannuncia come una vera e propria tendenza dell'estate, impone una riflessione sui potenziali rischi di alcuni giochi online per bambini e adolescenti". 
E' Telefono Azzurro a richiamare i genitori all'attenzione "in un momento delicato e critico come il periodo estivo, in cui i più piccoli non vanno a scuola, hanno più tempo libero, sono più soli e quindi sempre più Minori connessi"

"La realtà aumentata e la geolocalizzazione, che costituiscono i principi fondamentali del gioco - chiarisce l'associazione - rischiano di esporre i piccoli giocatori a non pochi pericoli, primo fra tutti l'adescamento da parte di adulti malintenzionati, con gli scopi più diversi, dalla rapina all'abuso sessuale

Questo perché l'applicazione coniuga le basi del videogioco con il mondo reale: 

per catturare i pokémon occorre spostarsi fisicamente nello spazio. Episodi come quello del Missouri, dove tramite l'applicazione quattro rapinatori armati hanno attirato e derubato 11 adolescenti in una zona isolata, non devono più accadere. 
Così come devono essere scongiurati i rischi di investimenti o incidenti stradali, per distrazione". "Nel mondo virtuale, purtroppo, le differenze di età sono annullate. E questo rischia di essere una grossa fonte di pericoli per i minori, che si ritrovano soli e senza difese,esposti alle mire di malintenzionati", ha commentato Ernesto Caffo, Presidente di Telefono Azzurro e docente di Neuropsichiatria Infantile, "è proprio in questi spazi, che si insinuano sempre di più i fenomeni dell'adescamento online e della pedofilia. Da un lato, occorre che bambini e ragazzi sviluppino una maggiore responsabilità nell'uso di questi  strumenti". 




Aurelia Passaseo, presidente del CIATDM, seriamente preoccupata per tale situazione vuole riportare all'attenzione questa notizia per mettere a riparo da tali pericoli i nostri minori!




lunedì 4 luglio 2016

CIATDM - Ivan Navi ad un anno dalla sua scomparsa ancora tante ombre....

E' passato più di 1 anno dalla scomparsa di questo giovane e brillante musicista ed ancora ci si domanda come è potuto accadere e soprattutto perchè nel fior fiore dei suoi 34 anni avrebbe dovuto togliersi la vita!

22 giugno 2015 il meraviglio Ivan è stato trovato senza vita, impiccato ad un albero, senza un perchè...

la sua vita era piena di tante belle cose che pochi ragazzi possono vantare di avere: una famiglia che lo amava moltissimo, senza grilli per la testa, cantautore di talento e dj nella radio dove era apprezzato e molto amato!

Il giorno prima un sms agli amici a confermare una cena "ci vediamo stasera"
Il giorno dopo trovato impiccato ad un albero con un cavo di microfono e i piedi che poggiavano a terra!

Una lettera scritta in stampatello lasciata alla famiglia come ultimo saluto senza che questa sia mai stata accertata che fosse autografata!

La famiglia, mamma Rita e papà Sergio, non ha mai creduto al suicidio e tanto meno  i suoi amici che lo frequentavano e sapevano che la sua vita era "normale" , non aveva stati d'ansia o di depressione...

Da un anno questa coraggiosa famiglia tenta in tutti i modi di fare chiarezza sulla morte del figlio che non ha un perchè....non ha un come....

Ivano Ciullo, in arte Ivan Navi ha lasciato questa vita quel 21 giugno del 2015 ma la sua scomparsa è avvolta nel mistero più totale!

A seguire le indagini di questa prematura scomparsa è il PM Carmen Ruggiero con l'ipotesi di reato di "istigazione al suicidio"

L'avvocato della famiglia, Sonia Santoro, sostiene che dalle indagini stiano emergendo elementi interessanti che riguardano l'istigazione al suicidio e quindi ritiene che si tratti di una simulazione di suicidio: quindi un OMICIDIO!

Per tutto questo lungo anno Rita e Sergio, i genitori dei Ivan Navi, tra le tante lacrime versate si sono battuti affinchè le autorità facessero chiarezza e giustizia e che il muro di OMERTA' attorno alla morte del loro amato figlio cadesse definitivamente!

Si fa sempre più evidente che qualcuno avesse l'interesse per farlo passare come suicidio: la notizia della sua scomparsa fu data ai genitori molte ore dopo la tragica scoperta!

- Non è stata fatta l'autopsia e nessuna ricerca sul suo pc o cellulare per capire  i "perchè" di tale eventuale gesto!

- Nessun rilievo calligrafico sulla lettera che avrebbe lasciato!

- Nessun rilievo sulla sua auto!

Solo un laconico: caso chiuso, accertato suicidio....

E' arrivato il momento di fare chiarezza e di togliere ogni dubbio su questa scomparsa prematura: è ora che le autorità si impegnino a fondo affinchè la verità venga a galla!

...e chi ha sbagliato dovrà pagare!

Rita e Sergio, due genitori meravigliosi che continuano a lottare per avere giustizia per il loro amato figlio Ivan ....hanno il diritto di SAPERE...e le autorità hanno il dovere di FARE CHIAREZZA!

VIDEO MONTATO DA GIOVANNI DI BEL SALENTO



Il pensiero di Aurelia Passaseo , presidente del CIATDM, in ricordo di IVAN, dolcissime parole per un grande "ragazzo" dal cuore d'oro:

Ho conosciuto Ivan tramite mia cugina Eleonora cantante del gruppo musicale di cui Ivan faceva parte e, l'ho conosciuto una sera dove con  lui  c'erano gli altri componenti della "Band musicale Garnet " che si stavano esibendo in un Pub, Da subito la sua voce , le sue canzoni  magistralmente cantate assieme ad Eleonora mi colpirono ma, sopratutto mi colpì una canzone quella sera .

La canzone era "Distanze" scritta, musicata e cantata da Ivan con Eleonora. Le parole, la musica e due voci magicamente che si mescolavano insieme mi trasmettevano forti emozioni, al punto di sentire vibrazioni che mi scuotevano tutto il corpo. 
Si quella canzone era una canzone scritta per parlare e sollevare il tema della terribile guerra che allora mieteva vittime e stragi di bambini nel Darfur. 
Una guerra che stava passando sotto il silenzio di tutta la Comunità Politica Mondiale. E' così che conobbi Ivan ed proprio in virtù di quella sensibilità, solarità che trasmetteva e che ancora oggi sentendo le sue canzoni trasmette che lo voglio ricordare e ringraziare anche per tutti quei bambini che lui attraverso le sue canzoni ha voluto ricordare le loro sofferenze per una e per tutte quelle guerre ingiuste dove a pagare sono sempre e soltanto loro soggetti deboli di una società sempre più violenta. 

Ivan grazie per tutto quello che ci hai regalato ed ancora oggi ci regali, grazie per esserci stato e per esserci ancora oggi perchè tu ora voli ma le tue canzoni, la tua musica, la tua solarità sono rimaste e rimarranno sempre perchè comunque loro sopravvivono a te ed a tutti noi. 

Rita , Sergio grazie anche a voi per averci permesso di essere partecipi di tutto il vostro e grande dolore ma, grazie per averci dato un amico stupendo come era il vostro IVAN.










domenica 3 luglio 2016

Lord Byron - Ti vidi piangere



Lord Byron

Ti vidi piangere




Ti vidi piangere: la grande lacrima lucente
Coprì quell'occhio azzurro
E poi mi parve come una viola
Stillante rugiada.

Ti vidi sorridere: la vampa di zaffiro
Accanto a te cessò di brillare;
Non poteva eguagliare i raggi che affollavano
Vividi quel tuo sguardo.

Come le nubi dal sole lontano
Ricevono un colore intenso e caldo
Che a stento l'ombra della sera vicina
Può cacciare dal cielo,

Quei sorrisi infondono nell'animo
Più triste gioia pura;
Il loro sole lascia dietro un fuoco
Che risplende sul cuore.






George Gordon Noel Byron, VI barone di Byron, meglio noto come Lord Byron  (Londra, 22 gennaio 1788 – Missolungi, 19 aprile 1824) è considerato uno dei massimi poeti britannici. Uomo di spicco nella cultura del Regno Unito durante il secolo del Romanticismo creò una moda diffusasi rapidamente in tutta Europa che fu la quintessenza del romanticismo: una poesia che si proponeva di esprimere il "male del secolo", la malinconia e lo spirito di ribellione contro qualsiasi ordine precostituito. Nelle opere appartenenti alla seconda fase della sua attività letteraria appare un vena autoironica e satirica. 

I portafortuna dei 12 segni zodiacali




Ariete:
Prima decade: dal 21/03 al 31/03
Seconda decade: dal 1/04 al 10/04
Terza decade: 11/04 al 20/04

I portafortuna dell'Ariete


  • Scegli fra i colori il rosso o il giallo
  • Per i profumi scegli l'ambra o l'assenzio
  • Tra le piante o fiori opta per i rampicanti con foglie rosse
  • Nel mondo animale il portafortuna è da scegliere fra quelli selvatici
  • Tra i metalli scegli il ferro o l'oro
  • Tra le gemme scegli il rubino se sei della prima decade; il diamante se sei della seconda decade; lo zaffiro se appartieni alla terza decade.
  • Come oggetto fatti regalare una chiave in ferro e portala sempre con te.



Toro:
Prima decade: 21/04 al 30/04
Seconda decade: 1/05 al 10/05
Terza decade: 11/05 al 21/05

I portafortuna del Toro


  • Scegli fra i colori il verde
  • Per i profumi scegli la cannella e la verbena
  • Tra le piante o fiori  scegli fra il mirto o le rose
  • Nel mondo animale il portafortuna è il toro o comunque tutti i ruminanti
  • Tra i metalli scegli il rame
  • Tra le gemme scegli l'acquamarina se sei della prima decade; la perla se sei della seconda decade; il topazio se appartieni alla terza decade.
  • Come oggetto un anello di giada che simboleggia l'unione e favorisce l'amore.


Gemelli:
Prima decade: 22/05 al 31/05
Seconda decade: 1/06 al 10/06
Terza decade: 11/06 al 21/06

I portafortuna dei Gemelli


  • Scegli fra i colori il giallo o l'arancio
  • Per i profumi scegli l'acacia o la mimosa
  • Tra le piante o fiori  scegli fra il narciso o il giglio
  • Nel mondo animale il portafortuna è rappresentato dagli animali dispettosi come le scimmie
  • Tra i metalli scegli l'argento
  • Tra le gemme scegli il turchese se sei della prima decade; la cornalina se sei della seconda decade; il crisoprasio se appartieni alla terza decade.
  • Come oggetto portafortuna una pianta d'alloro o solo un semplice rametto.

Cancro:
Prima decade: 22/06 al 1/07
Seconda decade: 2/07 al 11/07
Terza decade: 12/07 al 22/07

I portafortuna del Cancro


  • Scegli fra i colori il bianco
  • Per i profumi scegli il sandalo o l'ambra
  • Tra le piante o fiori scegli fra l'iris, i ranuncoli gialli o i lillà.
  • Nel mondo animale il portafortuna è rappresentato dal gatto
  • Tra i metalli scegli l'argento
  • Tra le gemme scegli la perla se sei della prima decade; lo smeraldo se sei della seconda decade; l'onice se appartieni alla terza decade.
  • Come oggetto portafortuna un piccolo lucchetto d'argento da portare al collo.


Leone:

Prima decade: 23/07 al 1/08
Seconda decade: 2/08 al 11/08Terza decade: 12/08 al 22/08

I portafortuna del Leone



  • Scegli fra i colori l'oro, il giallo o l'arancio
  • Per i profumi scegli l'eliotropio o l'angelica
  • Tra le piante o fiori scegli fra il ciclamino, la mimosa o il geranio
  • Nel mondo animale il portafortuna è rappresentato oltre che dal re della foresta anche dal gatto
  • Tra i metalli scegli l'argento
  • Tra le gemme scegli il topazio se sei della prima decade; il turchese se sei della seconda decade; il crisolito se appartieni alla terza decade.
  • Come oggetto portafortuna un piccolo lucchetto d'argento da portare al collo.


Vergine:
Prima decade: 23/08 al 1/09
Seconda decade: 2/09 al 11/09
Terza decade: 12/09 al 22/09

I portafortuna della Vergine


  • Scegli fra i colori il verde
  • Per i profumi scegli la gardenia
  • Tra le piante o fiori scegli fra il narciso o il giacinto o ancora il caffè
  • Nel mondo animale il portafortuna è rappresentato dal cane
  • Tra i metalli scegli l'acciaio o l'argento
  • Tra le gemme scegli il diamante se sei della prima decade; lo zaffiro se sei della seconda decade; l'acquamarina se appartieni alla terza decade.
  • Come oggetto portafortuna un ciondolo con il numero 5


Bilancia:
Prima decade: 23/10al 1/11
Seconda decade: 2/10 al11/10
Terza decade: 12/10 al 22/10

I portafortuna della Bilancia


  • Scegli fra i colori il porpora o il verde pallido
  • Per i profumi scegli la cannella o la verbena
  • Tra le piante o fiori scegli fra le rose, il mirto o il capelvenere.
  • Nel mondo animale il portafortuna è rappresentato dai volatili
  • Tra i metalli scegli il rame
  • Tra le gemme scegli il corallo rosa se sei della prima decade; lo smeraldo se sei della seconda decade; il rubino se appartieni alla terza decade.
  • Come oggetto portafortuna un ciondolo a forma di boccetta con all'interno essenza di verbena

Scorpione:
Prima decade: 23/10al 1/11
Seconda decade: 2/11 al 11/11
Terza decade: 12/11al 22/11

I portafortuna dello Scorpione


  • Scegli fra i colori il nero o l'amaranto
  • Per i profumi scegli il bergamotto o il vètiver
  • Tra le piante o fiori scegli le cespugliose con bacche rosse
  • Nel mondo animale il portafortuna è rappresentato dai piccoli rapaci
  • Tra i metalli scegli il piombo
  • Tra le gemme scegli il rubino se sei della prima decade; lo zircone rosso se sei della seconda decade; granato rosso scuro se appartieni alla terza decade.
  • Come oggetto portafortuna uno scarabeo intagliato nell'ebano nero.


Sagittario:
Prima decade: 23/11 al 1/12
Seconda decade: 2/12 al 11/12
Terza decade: 12/12 al 21/12

I portafortuna del Sagittario


  • Scegli fra i colori l'azzurro, il violetto, il rosa
  • Per i profumi scegli l'incenso, l'ambra o lo zafferano
  • Tra le piante o fiori scegli la quercia, l'ulivo, le margherite i fiodalisi
  • Nel mondo animale il portafortuna è rappresentato dal cavallo
  • Tra i metalli scegli la silice o lo stagno
  • Tra le gemme scegli lo smeraldo se sei della prima decade; il cristallo  se sei della seconda decade; zaffiro se appartieni alla terza decade.
  • Come oggetto portafortuna una piccola freccia intagliata nel legno da portare al collo


Capricorno:
Prima decade: 22/12 al 1/1
Seconda decade: 2/01 al 11/01
Terza decade: 12/01 al 20/01

I portafortuna del Capricorno


  • Scegli fra i colori il grigio acciaio, il nero o il lilla
  • Per i profumi scegli il sandalo, il muschio o la rosa
  • Tra le piante o fiori scegli il frassino, il narciso, l'orchidea o il caprifoglio
  • Nel mondo animale il portafortuna è rappresentato dall'orso e dalla tartaruga
  • Tra i metalli scegli il piombo
  • Tra le gemme scegli il turchese se sei della prima decade; l'onice  se sei della seconda decade; topazio lilla se appartieni alla terza decade.
  • Come oggetto portafortuna una catenella in rame legata alla vita aiuterà in amore



Acquario:

Prima decade: 21/01 al 31/02
Seconda decade: 1/02 al 9/02 
Terza decade: 10/02 al 18/02

I portafortuna dell'Acquario


  • Scegli fra i colori il grigio perla, tutte le tonalità di azzurro, i blu violetto
  • Per i profumi scegli il mughetto, la reseda, la serpentaria
  • Tra le piante o fiori scegli il garofano, le margherite, le rose o il pesco
  • Nel mondo animale il portafortuna è rappresentato dai pesci di fiume
  • Tra i metalli scegli il piombo e l'acciaio
  • Tra le gemme scegli lo zaffiro se sei della prima decade; topazio azzurro  se sei della seconda decade; perla nera se appartieni alla terza decade.
  • Come oggetto portafortuna un angelo, sia statuetta da tenere sul comodino o ciondolo da portare al collo


Pesci:
Prima decade: 19/02 al 29/02
Seconda decade: 1/03 al 10/03
Terza decade: 11/03 al 20/03



I portafortuna dei Pesci


  • Scegli fra i colori il blu notte o verde smeraldo
  • Per i profumi scegli il gelsomino
  • Tra le piante o fiori scegli il glicine, l'iris, il melo, il pesco o il pero
  • Nel mondo animale il portafortuna è rappresentato dagli animali marini in particolar modo dai delfini
  • Tra i metalli scegli il turchese
  • Tra le gemme scegli il diaspro se sei della prima decade; berillo  se sei della seconda decade; rubino se appartieni alla terza decade.
  • Come oggetto portafortuna un cavalluccio marino in oro da portare al collo

domenica 26 giugno 2016

Lord Byron - passa radiosa come la notte tersa



Lord Byron

Passa radiosa, come la notte tersa






Passa radiosa, come la notte tersa
dai cieli stellati;
il meglio del buio e del fulgore
si incontra nei suoi occhi
addolciti a quella tenera luce
che il cielo nega allo sforzo del giorno.
Un’ombra in più, un raggio in meno, avrebbero
in parte guastato la grazia senza nome
che si posa sui capelli neri
o illumina il volto con dolcezza,
dove pensieri limpidi
svelano pura e preziosa dimora.
Su quella guancia, sopra quella fronte serena
sorrisi e colori parlano di pacifici giorni,
di un intelletto in armonia con tutto,
di un cuore che ama innocente.





George Gordon Noel Byron, VI barone di Byron, meglio noto come Lord Byron  (Londra, 22 gennaio 1788 – Missolungi, 19 aprile 1824) è considerato uno dei massimi poeti britannici. Uomo di spicco nella cultura del Regno Unito durante il secolo del Romanticismo creò una moda diffusasi rapidamente in tutta Europa che fu la quintessenza del romanticismo: una poesia che si proponeva di esprimere il "male del secolo", la malinconia e lo spirito di ribellione contro qualsiasi ordine precostituito. Nelle opere appartenenti alla seconda fase della sua attività letteraria appare un vena autoironica e satirica. 

La reincarnazione: Induismo e Buddismo (1)

***"Coloro che, in tempi di prosperità, fanno un'esperienza di dolore e di sofferenza, lo fanno per pagare le loro parole e i loro atti di una vita precedente, parole e atti per i quali - il Sommo Giusto - ora li punisce"...
Così parlò Zaratustra (So spricht Zarathoustra)
I Magi che visitarono Gesù Bambino erano sacerdoti zoroastriani (mazdei), religione che sussiste ancor oggi presso i Parsi in India.
Il culto di Mitra, che ebbe un entusiastico successo presso i Romani agli inizi della nostra era (in effetti sono stati ritrovati sparsi un pò dappertutto in Europa templi dedicati al culto di Mitra costruiti dai Romani, persino nel cuore di Londra!), derivava dalla religione zoroastriana. Essa sosteneva in modo assoluto la trasmigrazione delle anime e la su impronta sul mondo occidentale fu estremamente profonda.
E' chiaro il legame di questo culto con l'India, per quanto i "misteri di Mitra" fossero stati semplificati e adattati alla mentalità del mondo romano (Mitra è il nome zenda del sole).


Induismo e buddismo

La tradizione indiana che per lungo tempo è stata ignorata, o considerata inaccettabile da noi occidentali, merita ben altro che il dispregio che il razionalismo professa nei suoi confronti, ed essa non ha mai cessato di sostenere la realtà dell'incarnazione,.
Se i Veda, gli antichissimi testi sacri dell'India, non ne fanno che qualche raro accenno, tuttavia i loro commentari, Upanishad, ne parlano in vece profusamente.
Possiamo trovare gli sviluppi dettaglii su La via della Reincarnazione (o samsara), nel Mabarata fra cui la Bhagavad-Gita, e su le Leggi di Manu.
Le varie reincarnazioni, erano considerate come un'espiazione: ancor oggi la grande preoccupazione degli indiani pii è quella di cercare di evitare reincarnazioni dolorose e umilianti (in corpi umani miserevoli o in corpi animali oppure in forme vegetali), per giungere a quello stato di beatitudine in cui non c'è più la necessità di reincarnarsi.

L'esempio che viene proposta ai buddisti è la storia di Gautama Buddha di cui sono raccontate le 547 reincarnazioni ne il Libro degli Jatakas.

Occorre dunque tanto per giungere all'ìlluminiazione finale?

Ma anche di più, affermano i Buddisti!

E solo coloro che sono pervenuti ad un altissimo grado di saggezza possono contemplare con occhi sereni e a cuor tranquillo le loro incarnazioni precedenti.
L'oblio ci risparmia dei traumi...del resto questo è quanto credevano gli antichi greci: infatti per loro le ombre dei defunti dovevano, prima di reincarnarsi, bere le acque del fiume Lete (l'oblio).

I Buddisti vanno oltre e prevedono e organizzano le loro esistenze successive, innanzitutto con un programma di vita (non nuocere agli altri, non ammazzare, non mentire, non rubare, non sparlare, rimanere puri di pensiero e di parole, non godere troppo dei piaceri).
In tal modo si evitano le passioni violente che conducono a incarnazioni di regresso.
E questo è il fine ultimo della vita monastica in India e nel Tibet in cui si ritiene che lo sviluppo delle facoltà più alte dell'anima permetta all'uomo di scegliere in anticipo le sue future incarnazioni.
Tale scelta, se è necessario incarnarsi ancora una volta, viene fatta per mezzo di un preciso rituale e di cerimonie prima e dopo la morte (i parenti del moribondo gli leggono preghiere e consigli che lo aiuteranno a dirigersi).

Il "Bardo" è il corrispettivo dell'Amenti degli Egizi, degli Inferi e dell'Ade del mondo greco-romano. Per un lama (monaco) è cosa normale che di rinasca entro un corpo umano finchè non si sarà raggiunta l'illuminazione, e se durante l'esistenza attuale subisce avvenimenti dolorosi, egli ne gioisce perchè può, in tal modo, liquidare il karma negativo.
Egli sa che alla sua morte, arrivato al Bardo dovrà orientarsi senza lasciarsi spaventare dalla proiezione delle sue forme-pensiero, che assumono un andamento dei color e dei suoni terrificanti.
Se è vissuto come un santo e perciò è riuscito ad acquisire un distacco sufficiente, egli sarà in grado d chiudere la porta delle matrici da cui ci si incarna.
Ma se non ne è stato capace, è costretto a reincarnarsi e scegliersi con cura la sua nuova famiglia.
E per questo momento cruciale, il Libro dà le istruzioni: riguardo i continenti (della terra), scegli quello in cui prevale la religione e li entra. Se la nascita deve farsi, una sensazione piacevole di profumo ti attirerà verso quelle masse impure e così otterrai la nascita. Sforzati di non provare nè attrazione nè repulsione, in tal modo tu potrai ottenere un buon germe"
Per facilitare una buona rinascita, l'anima del morto deve recitare il mantra sacro Om mani Pasme Aum e concentrarsi sulle preghiere e pensieri che gli sono indicati.***

[continua]

[Dorothèe Koechlin De Bizemont]