lunedì 27 novembre 2017

I dodici mesi - Gianni Rodari



I dodici mesi

Gianni Rodari






Gennaio, gennaio,
il primo giorno è il più gaio,
è fatto solo di speranza:
chi ne ha tanta, vive abbastanza.

Febbraio viene a potare la vite
con le dita intirizzite:
è senza guanti ed ha i geloni
e un buco negli zoccoloni.

Marzo pazzo e cuorcontento
si sveglia un mattino pieno di vento:
la prima rondine arriva stasera
con l’espresso della primavera.

Aprile tosatore
porta la lana al vecchio pastore,
spoglia la pecora e l’agnello
per farti un berretto ed un mantello.

Maggio viene ardito e bello
con un garofano all’occhiello,
con tante bandiere nel cielo d’oro
per la festa del lavoro.

Giugno, invece, è falciatore;
il fieno manda un dolce odore,
in alto in alto l’allodola vola,
il bidello chiude la scuola.

Luglio miete il grano biondo,
la mano è stanca, il cuore è giocondo.
Canta il cuculo tra le foglie:
c’è chi lavora e mai non raccoglie.

Agosto batte il grano nell’aia,
gonfia i sacchi, empie le staia:
c’è tanta farina al mondo… perché
un po’ di pane per tutti non c’è?

Settembre settembrino,
matura l’uva e si fa il vino,
matura l’uva moscatella:
scolaro, prepara la cartella!

Ottobre seminatore:
in terra il seme sogna il fiore,
sotterra il buio germoglio sa
che il sole domani lo scalderà.

Novembre legnaiolo
va nei boschi solo solo,
c’è l’ultima foglia a un albero in vetta
e cade al primo colpo d’accetta.

Vien dicembre lieve lieve,
si fa la battaglia a palle di neve:
il fantoccio crolla a terra
e cosi cade chi vuole la guerra!









Gianni Rodari (Omegna, 23 ottobre 1920 – Roma, 14 aprile 1980) scrittore, giornalista, pedagogista, specializzato in testi per bambini e ragazzi, è stato il vincitore del prestigioso Premio  Hans Christian Andersen (edizione 1970).
Con la sua opera "Grammatica della fantasia" è stato il più importante teorico delll'arte di inventare le storie.
Ricordiamo anche: il libro delle filastrocche; il romanzo di Cipollino; la gondola fantasma; favole al telefono; filastrocche in cielo e in terra; (queste solo alcune delle sue tantissime opere)

venerdì 24 novembre 2017

CIATDM - Vaccinati di verità

Il  C.I.A.T.D.M. (Coordinamento Internazionale Associazioni per la tutela dei diritti dei minori), Sostegno Genitori e Children Protection World Onlus, organizzano due incontri per affrontare il dibattuto argomento sulle vaccinazioni obbligatorie.

I dubbi sulle conseguenze (se ve ne sono o meno) di tali vaccini sono ancora molti e ancor di più i genitori che si vedono obbligati a vaccinare i propri figli senza che si sia fatta chiarezza sulle eventuali effetti che questi possono creare.
Chi afferma una cosa, chi esattamente il contrario!

I genitori sono lasciati soli di fronte ai vari dubbi, inoltre la poca chiarezza da parte delle istituzioni crea una notevole diffidenza sugli effetti collaterali.

Non si può solo negare che gli effetti collaterali NON esistono, è necessario spiegare, e molto bene, che cosa siano e che cosa facciano!..perchè ogni tipo di medicinale ha effetti collaterali! 


Se la comunità scientifica non ha dubbi sulla mancanza di questi effetti perchè non chiarisce una volta per tutte, senza la esclusiva negazione, perchè molti bambini dopo un vaccino hanno avuto delle conseguenze?

Che tali conseguenze non siano  dimostrate scientificamente viene solo AFFERMATO e non spiegato, ciò indispettisce, e non solo, chi si trova davanti un obbligo che NON comprende.

E' tanto difficile spiegare? se si ha la coscienza pulita e non vi sono sotterfugi perchè non essere chiari?

Obbligare i cittadini è sempre deleterio perchè si insinuano dubbi di ogni specie! 

E quando questi obblighi vanno a toccare i nostri figli e la loro salute tutto diventa più complicato!


Domenica 3 dicembre alle ore 15:30 presso la sala Enal, in via Piave 1 a Tiezzo di Azzano (PN)

Lunedì 4 dicembre alle ore 20:00 presso il Parco Livenza in via Fosson 102 a San Stino di Livenza (VE)

Due appuntamenti importanti per fare chiarezza, per comprendere, tra scienza e giurisprudenza, l'obbligatorietà dei vaccini!

Modera e introduce Aurelia Passasseo - Presidente del CIATDM e Vice Presidente di Children Protection World Onlus.

Ospite:  Senatrice Paola de Pin

Avvocati: Francesca Gobbo e Patrizia Rech

Medico legale: Dario Miedico

Medico di Medicina Generale e Omeopata: Cosimo Bagnulo





lunedì 20 novembre 2017

Solo una mano d'angelo - Alda Merini



Solo una mano d'angelo

Alda Merini






Solo un mano d’angelo

intatta di sè, del suo amore per sè,

potrebbe

offrirmi la concavità del suo palmo

perché vi riversi il mio pianto.

La mano dell’uomo vivente

è troppo impigliata nei fili dell’oggi e dell’ieri,

è troppo ricolma di vita e di plasma di vita!

Non potrà mai la mano dell’uomo mondarsi

per il tranquillo pianto del proprio fratello!

E dunque, soltanto una mano di angelo bianco

dalle lontane radici nutrite d’eterno e d’immenso

potrebbe filtrare serena le confessioni dell’uomo

senza vibrarne sul fondo in un cenno di viva ripulsa.






Alda Merini [Alda Giuseppina Angela Merini] nasce a Milano il 21 marzo del 1931, la sua sensibilità e malinconia la porta ad una esperienza di internamento nel 1947. La sua vita è costellata di esperienze più o meno forti che si possono ritrovare nelle sue opere (terra santa - l'altra verità. Diario di una diversa - caffè sui navigli - reato di vita. Autobiografia e poesie) fantastiche e molto significative. « Ho la sensazione di durare troppo, di non riuscire a spegnermi: come tutti i vecchi le mie radici stentano a mollare la terra. Ma del resto dico spesso a tutti che quella croce senza giustizia che è stato il mio manicomio non ha fatto che rivelarmi la grande potenza della vita. »(Alda Merini, La pazza della porta accanto)