venerdì 23 settembre 2011

Padre Pio sempre nei nostri cuori



Padre Pio da Pietrelcina, al secolo Francesco Forgione (Pietrelcina, 25 maggio 1887 – San Giovanni Rotondo, 23 settembre 1968), è stato un religioso cattolico italiano appartenente all'Ordine dei Frati Minori Cappuccini ed un sacerdote; la Chiesa cattolica lo venera come santo e ne celebra la memoria liturgica il 23 settembre, anniversario della morte.




Ogni parola sarebbe superflua a raccontare chi è stato, cosa ha fatto e che cosa ha rappresentato e continua a rappresentare per moltissimi di noi.

Non è un azzardo sostenere che oltre un "Santo" egli è qualche "cosa di più" per una grande maggioranza di persone, quindi non parole per ricordarlo in questo giorno in cui abbandonò questo mondo terreno ma una sua frase che considero assai significativa:


"Sii amante e praticante della semplicità e dell'umiltà, non curarti dei giudizi del mondo, perché se questo mondo non avesse qualcosa da dire contro di te, non saresti veramente servo di Dio.L'umiltà e la carità vanno di pari passo. L'una glorifica mentre l'altra santifica. L'umiltà e la purezza dei costumi sono ali che elevano fino a Dio e quasi divinizzano. Perciò sii sempre e in tutto umile, serbando sempre gelosamente la purezza del tuo corpo e del tuo cuore."






martedì 20 settembre 2011

Acquario - compatibilità con gli altri segni


Il segno dell'Acquario appartiene all'elemento Aria ed è governato dai pianeti  Saturno e Urano



Vediamo in sintesi le compatibilità con gli altri segni dello zodiaco



* Ariete - una coppia unita da amicizia e lealtà, il legame è destinato a durare a lungo

* Toro - sempre in contrasto e per convivere è necessario trovare dei compromessi sempre nuovi

* Gemelli - rispetto reciproco e forte comprensione fra i partner, condividono gusti ed esperienze, sembrerebbe una coppia ok

* Cancro - coppia un tantino squilibrata, entrambi sentono il "quasi dovere" di fare piacere all'altro

* Leone - la coppia appartiene a due segni opposti, tutto potrebbe funzionare come tutto crollare!

* Vergine - coppia un tantino squilibrata, entrambi sentono il "quasi dovere" di fare piacere all'altro

* Bilancia - rispetto reciproco e forte comprensione fra i partner, condividono gusti ed esperienze, sembrerebbe una coppia ok

* Scorpione - sempre in contrasto e per convivere è necessario trovare dei compromessi sempre nuovi

* Sagittario - una coppia unita da amicizia e lealtà, il legame è destinato a durare a lungo

* Capricorno - uno è paziente e l'altro è tollerante, la coppia potrebbe funzionare

* Acquario - feeling e complicità, tolleranti l'uno l'altro ma con poca sopportazione dei difetti del partner

* Pesci - uno è paziente e l'altro è tollerante, la coppia potrebbe funzionare





Vuoi Saperne di più? [CLICCA QUI]

Se vuoi l'affinità di coppia personalizzata [CLICCA QUI]

Leggi l'oroscopo della settimana in corso [CLICCA QUI]

sabato 17 settembre 2011

Leone - compatibilità con gli altri segni



Il segno del Leone appartiene all'elemento Fuoco ed è Governato dal Sole


Vediamo in sintesi il grado di compatibilità con gli altri segni zodiacali


* Ariete - rispetto reciproco e forte comprensione fra i partner, condividono gusti ed esperienze, sembrerebbe una coppia ok

* Toro - sempre in contrasto e per convivere è necessario trovare dei compromessi sempre nuovi

* Gemelli - una coppia unita da amicizia e lealtà, il legame è destinato a durare a lungo

* Cancro - uno è paziente e l'altro è tollerante, la coppia potrebbe funzionare

* Leone - feeling e complicità, tolleranti l'uno l'altro ma con poca sopportazione dei difetti del partner

* Vergine - uno è paziente e l'altro è tollerante, la coppia potrebbe funzionare

* Bilancia - una coppia unita da amicizia e lealtà, il legame è destinato a durare a lungo

* Scorpione - sempre in contrasto e per convivere è necessario trovare dei compromessi sempre nuovi

* Sagittario - rispetto reciproco e forte comprensione fra i partner, condividono gusti ed esperienze, sembrerebbe una coppia ok

* Capricorno - coppia un tantino squilibrata, entrambi sentono il "quasi dovere" di fare piacere all'altro

* Acquario - la coppia appartiene a due segni opposti, tutto potrebbe funzionare come tutto crollare!

* Pesci - coppia un tantino squilibrata, entrambi sentono il "quasi dovere" di fare piacere all'altro






Vuoi Saperne di più? [CLICCA QUI]

Se vuoi l'affinità di coppia personalizzata [CLICCA QUI]

Leggi l'oroscopo della settimana in corso [CLICCA QUI]

DALLA RETE LETTERA SCHOK DI UN PEDOFILO AI BAMBINI






“ Probabilmente qualcuno ti ha detto che  puoi dire di no. Bene, ricorda soltanto una cosa : se puoi dire di no, puoi anche dire di si  “ . “ Se ti senti di fare qualcosa hai il diritto di farlo. Sei tu che puoi scegliere. “ Ed ancora : “ Talvolta gli amici con i quali ti diverti ti chiedono di non raccontare agli altri quello che avete fatto insieme. Questo capita spesso quando i tuoi amici sono degli adulti . Il motivo di ciò è semplice : se la gente scopre che hai fatto delle cose con un amico adulto, o con una amica adulta, può farlo andare in prigione e rovinargli la vita “.Questa lettera è indirizzata ai bambini da un pedofilo italiano con nome di copertura The Slurp, sulle cui tracce la polizia telematica era da tempo, grazie alle denunce fatte da Don Fortunato di Noto con la sua Associazione, ed il Ciatdm  . La lettera era comparsa in rete nel 1996 su un sito denominato Fronte di Liberazione dei Pedofili fortunatamente chiuso perché era stato aperto su un server italiano.
La lettera prosegue poi così : “ Sai poi cosa capita a te quando la gente lo scopre ? Vai in terapia .
Terapia vuol dire che devi sottostare a qualcuno che cercherà di convincerti che tutto quello che hai fatto con il tuo amico è stata una cosa orribile e che il tuo stesso amico è una persona orribile . Possono persino darti delle medicine per calmarti. Diventi una persona malata “.  

Una lettera che ancora oggi lascia l’amaro in bocca, e che spiega bene non solo il delirante messaggio che The Slurp mandava ai bambini, ma una lettera che spiega bene le tecniche persuasive che i pedofili usano quando vogliono raggiungere un bambino . 

I genitori dovrebbero stare molto attenti quando i loro figli navigano, e, non dovrebbero mai lasciarli navigare da soli, né tanto meno mettere il pc nella loro cameretta. 

Messaggi di questo tipo che arrivano dalla rete sono all’ordine del giorno, specie nelle chat, i pedofili sono bravi ad adescare con la manipolazione i bambini, a carpire loro un’incontro al buio con la promessa di un regalo, di soldi o di ricariche per il cellulare riescono sempre nel loro intento.  

Tante sono però ancora oggi le Associazioni di pedofili che agiscono indisturbate nella rete con siti che inneggiano alla pedofilia,  e questo, grazie al fatto che non vi è un trattato mondiale che regolamenti la rete, né esistono accordi bilaterali tra gli Stati per contrastare la piaga della pedofilia e pedopornografia online, ed intanto queste Associazioni, i pedofili prolificano nella rete con i loro abietti ed aberranti messaggi rivolti ai bambini . Vi è ancora molto da fare, sebbene tanto sin qui è stato fatto, ma, tante sono le cose che non sono state fatte e che credo vadano fatte. 

Penso ad esempio ad un registro telematico dei pedofili e degli abusanti condannati per abusi e violenza sessuale in danno dei minori. Un registro che però non deve essere pubblico,  che serva non solo alle forze inquirenti, ma anche alle prefetture affinché unitamente ai Comuni organizzi sistemi di sorveglianza in tutti i luoghi frequentati dai bambini. 

Penso inoltre all’attivazione di sistemi di comunicazione alle famiglie così come viene fatto in America, e cioè , inviare alle famiglie una comunicazione in cui le si mette a conoscenza (senza fare i nomi) della presenza di pedofili sul territorio comunale.  Soprattutto occorre fare prevenzione, perché la prevenzione è la miglior cosa che si possa fare.


Aurelia Passaseo



venerdì 16 settembre 2011

Capricorno - compatibilità con gli altri segni


Il segno del Capricorno appartiene all'elemento Terra ed è governato dal pianeta Saturno


Vediamo in sintesi la sua compatibilità con gli altri segni


* Ariete - sempre in contrasto e per convivere è necessario trovare dei compromessi sempre nuovi

* Toro - rispetto reciproco e forte comprensione fra i partner, condividono gusti ed esperienze, sembrerebbe una coppia ok

* Gemelli - coppia un tantino squilibrata, entrambi sentono il "quasi dovere" di fare piacere all'altro

* Cancro - la coppia appartiene a due segni opposti, tutto potrebbe funzionare come tutto crollare!

* Leone - coppia un tantino squilibrata, entrambi sentono il "quasi dovere" di fare piacere all'altro

* Vergine - rispetto reciproco e forte comprensione fra i partner, condividono gusti ed esperienze, sembrerebbe una coppia ok

* Bilancia - sempre in contrasto e per convivere è necessario trovare dei compromessi sempre nuovi

* Scorpione - una coppia unita da amicizia e lealtà, il legame è destinato a durare a lungo

* Sagittario - uno è paziente e l'altro è tollerante, la coppia potrebbe funzionare

* Capricorno - feeling e complicità, tolleranti l'uno l'altro ma con poca sopportazione dei difetti del partner

* Acquario - uno è paziente e l'altro è tollerante, la coppia potrebbe funzionare

* Pesci - una coppia unita da amicizia e lealtà, il legame è destinato a durare a lungo





Vuoi Saperne di più? [CLICCA QUI]

Se vuoi l'affinità di coppia personalizzata [CLICCA QUI]

Leggi l'oroscopo della settimana in corso [CLICCA QUI]


giovedì 15 settembre 2011

Cancro - compatibilità con gli altri segni


Il segno del  Cancro appartiene all'elemento Acqua ed è governato dalla Luna


Ecco in sintesi le compatibilità con gli altri segni zodiacali




* Ariete - sempre in contrasto e per convivere è necessario trovare dei compromessi sempre nuovi

* Toro - una coppia unita da amicizia e lealtà, il legame è destinato a durare a lungo

* Gemelli - uno è paziente e l'altro è tollerante, la coppia potrebbe funzionare

* Cancro - feeling e complicità, tolleranti l'uno l'altro ma con poca sopportazione dei difetti del partner

* Leone - uno è paziente e l'altro è tollerante, la coppia potrebbe funzionare

* Vergine - una coppia unita da amicizia e lealtà, il legame è destinato a durare a lungo

* Bilancia - sempre in contrasto e per convivere è necessario trovare dei compromessi sempre nuovi

* Scorpione - rispetto reciproco e forte comprensione fra i partner, condividono gusti ed esperienze, sembrerebbe una coppia ok

* Sagittario - coppia un tantino squilibrata, entrambi sentono il "quasi dovere" di fare piacere all'altro

* Capricorno - la coppia appartiene a due segni opposti, tutto potrebbe funzionare come tutto crollare!

* Acquario - coppia un tantino squilibrata, entrambi sentono il "quasi dovere" di fare piacere all'altro

* Pesci - rispetto reciproco e forte comprensione fra i partner, condividono gusti ed esperienze, sembrerebbe una coppia ok





Vuoi saperne di più? [CLICCA QUI]

Se vuoi l'affinità di coppia personalizzata [CLICCA QUI]

Leggi l'oroscopo della settimana in corso [CLICCA QUI]

Oriana Fallaci una donna strumentalizzata a piacere!


Cinque anni fa scomparve questa "splendida" Donna, tanto si è detto su di Lei, in positivo ed in negativo, ma per chi l'ha amata, rispettata e ammirata resterà sempre la "Grande Oriana"



In suo onore e ricordo riporto un articolo scritto dalla nostra Nicole Dark in occasione della festa della donna:


"Si avvicina l’8 marzo, la tanto famigerata festa della donna.

Ultimamente si è parlato e straparlato della donna per motivi prettamente politici.

Non credo che noi donne possiamo essere valutate negli infiniti e disparati modi in cui la politica e i media ci hanno scaraventato, in maniera feroce e scandalosa e nello stesso tempo non conforme alla nostra vera identità. E come donna, non accetto una qualsiasi classificazione per essere collocata da una parte o dall’altra, poiché io non sono strumentalizzabile.

Poiché è proprio a questo che siamo giunti!

E la donna non è mai stata in mano della politica come in questo periodo servendosi di lei, come meglio crede.

Mai e poi mai accetterò il mio assetto in un apparato che viene stabilito da chicchessia. Io non amo le piazze proprio perché non mi serve avere il bene placito di altra gente per avere coscienza di me stessa. E nello stesso tempo mi sentirei molto avvilita e anche ridicola nel dover ricorrere a questi mediocri stratagemmi per poter continuare ad essere una donna con la sua identità.

E per questi più che validi motivi, io non festeggerò l’8 marzo. Non voglio far retorica nell’affermare che la donna si è dovuta far valere per essere uguale all’uomo, per avere una parità.

Ed è inutile ripetere che essa è stata spesso considerata un’appendice dell’uomo. Cosa che ha sempre saputo, ma mai accettato.

La storia ci insegna che grandi donne del passato, sono state prima dimenticate e poi rivalutate proprio perché la loro capacità e la loro competenza di interagire e operare nei vari contesti, non sono state mai di poca entità.

Ultimamente si è ricominciato a parlare di Oriana Fallaci.

E sinceramente, non mi è piaciuto affatto il motivo per cui Oriana sia stata “rispolverata.”

Lei è sempre stata se stessa! Ma in nessun caso come adesso, è stata tanto considerata.

Fini ha tradito i suoi elettori … e subito tutti i giornali hanno “utilizzato” Oriana come lungimirante inoppugnabile.

Gli stati del Nord Africa si sono ribellati ai dittatori … ed ecco apparire di nuovo, su tutti i giornali, che per lo stesso motivo, l’avevano condannata, Oriana Fallaci, perché lei lo aveva già previsto.

Sembra quindi che l’invasione da parte dell’Islam stia diventando un evento molto vicino e concepibile e non più una maniaca ossessione generata dalla mente disturbata di una donna xenofoba e psicopatica come Oriana Fallaci.

Sì, perché Oriana era stata definita così dalla maggior parte della gente, per molto tempo.

E, mai come in questo periodo, ha ricevuto tanti apprezzamenti e citazioni considerevoli, sia dalla destra che dalla sinistra.

Oriana è stata una giornalista scomoda e non servendosi in alcun modo, della falsa diplomazia dei politici, ha sempre detto ciò che pensava. Questa sua schiettezza e spontaneità non l’hanno di certo resa amabile a politici e governanti che di scaltrezza e perspicacia riempiono il loro sconclusionato mondo quotidiano.

La strumentalizzazione che la politica e i media sono riusciti a realizzare sulla donna in questo periodo è veramente ridicola.

Ed è ancor più ridicolo, il fatto che della Fallaci ci si sia ricordati solo per banali duelli politici.

Oriana prima di essere una giornalista era una donna.

La sua vita è stata una continua lotta che l’ha vista da eroica ragazzina della Resistenza, a coraggiosa giornalista che ha intervistato capi di governo di ogni partito e credo.

E come donna, ha amato, e sofferto per la perdita del suo compagno.

Grande conoscitrice dell’animo umano, nonché dei percorsi politici dei potenti, Oriana, donna di grande cultura, non ha mai parlato a caso, ma ciò che gridava a gran voce non è stato ascoltato abbastanza per poterla considerare qualcuno che riusciva ad elevarsi dal coro.

Un coro che piaceva a tutti così, piatto e lineare e quella voce che cercava di elevarsi al di sopra di esso, è stato considerato da molti un suono stridulo e sgradevole … direi fastidioso.

Molti l’hanno derisa e persino imitata. Premi nobel della letteratura come Dario Fo, hanno trovato in Oriana una scaletta cui sostenersi per regalare spettacoli infimi e ignobili, al suo amato e insulso pubblico che di lui continua a bearsi, e non contento il bravo premio nobel si è fatto sorreggere da sempliciotti saltimbanchi come sua moglie e Sabina Guzzanti.

Nonostante tutto, Oriana ha ignorato tanta ipocrisia e dall’11 settembre in poi le sue grida sono diventate più fragorose e sofferenti, soprattutto per quel silenzio assordante con il quale i politici le rispondevano.

Grida che riecheggiavano nei suoi bellissimi libri che sebbene fossero stati molti i lettori, nessuno si è dato la pena di credere in lei.

L’hanno chiamata Cassandra, Valchiria dell’Occidente … ma a lei, sarebbe bastato il suo nome.

La vita di questa grande donna ha avuto un epilogo direi scontato. Nessun giornale l’ha onorata. Nemmeno quello della sua tanto amata Firenze.

E Oriana se n’é andata, non senza gli sberleffi e i festeggiamenti dei soliti saltimbanchi buffoni che con i loro amici musulmani hanno fatto cassetta nella loro disgustosa esibizione, data in pasto a tutti i media.

Se n’era andata una donna che nessuno aveva mai ascoltato, ma la sua assenza non ha fatto altro che sprofondarci ancor di più in quell’incredibile abisso di immenso abbandono che non si chiuderà mai.

Il suo infinito amore per la sua Italia, non l’ha salvata, al contrario l’ha portata via … lontano, verso un destino irriconoscente e ingrato.

L’8 marzo di Oriana, sarebbe un giorno ormai decaduto, estinto, spento.

Perché ora, non è altro che una data che nel tempo ha perduto il suo antico originale senso.

E con la sua irreprensibilità e coerenza, Oriana non avrebbe mai potuto accogliere a sé nessun genere di strumentalizzazione, aerante e simulatrice, com’è diventata, appunto, questa discutibile celebrazione dell’8 marzo."


Nicole Dark



mercoledì 14 settembre 2011

Convenzione di Lanzarote: un disegno di legge che a distanza di due anni ancora non è legge



Abbiamo avuto notizia proprio l’altro giorno che il Senato ha approvato in via definitiva il disegno di legge istitutivo del Garante nazionale per l’infanzia, ora dopo la sua pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale diverrà legge.
 Una legge tanto attesa quanto necessaria che non ha mancato dei suoi vari stop nelle Aule parlamentari, ma ora finalmente è legge. Il Garante nazionale per l’infanzia è una figura già prevista dalla Convenzione sui diritti dell’infanzia, che in Italia è legge sin dal maggio del 1991, ma, purtroppo non ancora del tutto rispettata. 
Per un plaudo che viene fatto ad una legge che con l’istituzione del Garante nazionale per l’infanzia i cui compiti principali sono quelli di tutela dell’infanzia, un rammarico dobbiamo esprimerlo in quanto ancora, il nostro Parlamento, non ha ratificato la Convenzione di Lanzarote, essa infatti, giace in sede referente ed in quarta lettura nelle Commissioni Giustizia ed Affari Esteri del Senato. La Convenzione, è stata stipulata nel 2007 e sottoscritta da ben 23 Stati il 25 ottobre e dall’Italia il 7 novembre dello stesso anno, rappresenta un passo importante per la prevenzione degli abusi sessuali contro i bambini, sia per il perseguimento degli abusanti che per la tutela delle vittime. 
Il punto di forza è dato dal fatto che per la prima volta un trattato internazionale sanziona penalmente diverse forme di abuso sessuale commesse in danno di bambini e adolescenti con l’utilizzo della forza e delle minacce. Oggi in  tredici  Stati la Convenzione di Lanzarote è stata ratifica ed è entrata a far parte dell’ordinamento interno di ogni singolo Stato, cioè è diventata legge. 
La  Convenzione del Consiglio d'Europa per la protezione dei bambini contro lo sfruttamento e gli abusi sessuali, che rappresenta un passo importante per la prevenzione degli abusi sessuali contro i bambini, per il perseguimento degli abusanti e per la tutela delle vittime. 
Nella conferenza stampa di presentazione Maud de Boer-Buquicchio, vice Segretario generale del Consiglio d’Europa, ha dichiarato: “La nuova convenzione può fare veramente la differenza nella protezione dei bambini - ma deve assolutamente entrare in vigore”. Si è mostrata soddisfatta per il numero di firme depositate nel corso della prima giornata ed ha incoraggiato gli altri paesi, siano essi membri del Consiglio d’Europa o no, a fare lo stesso il prima possibile. 
Per la prima volta, si è dato vita ad un trattato internazionale che sanziona penalmente l’abuso a sfondo sessuale, reato generalmente compiuto da persone vicine alle vittime -a volte in seno alla famiglia- e particolarmente pregiudizievole per i bambini. 
Tra le misure di prevenzione menzionate nella convenzione figurano: la selezione, il reclutamento, la formazione degli operatori che lavorano quotidianamente a contatto con i bambini, la sensibilizzazione dei bambini riguardo ai rischi e l’educazione affinché quest’ultimi imparino a difendersi, nonché le misure da intraprendere per i colpevoli o per i potenziali colpevoli. 
La convenzione stabilisce inoltre programmi a sostegno delle vittime, incoraggia le vittime a denunciare i casi di abuso e presunto abuso e sfruttamento sessuale, e prevede la creazione di linee di assistenza telefonica ed internet per i bambini. 
La convenzione prevede inoltre che alcuni comportamenti vengano classificati reati penali, come ad esempio il fatto di dedicarsi ad attività sessuali con un bambino al di sotto dell’età della maturità sessuale, la prostituzione infantile e la pedopornografia. 
La convenzione considera anche violazione penale l’uso delle nuove tecnologie - Internet in particolare- con lo scopo di abusare sessualmente di un bambino, per esempio attraverso la manipolazione psicologica ( il “grooming”) adescamento del minore nella  rete, fenomeno sempre più inquietante che riguarda bambini sottoposti a violenza sessuale in seguito all’incontro di adulti conosciuti su forum di discussione o siti di giochi. 
Al fine di lottare contro il turismo sessuale nei confronti dei bambini, la convenzione permette di perseguire le persone responsabili di alcuni reati anche quando l’atto è stato commesso all’estero. 
Questo nuovo strumento giuridico assicura alle piccole vittime una protezione nel corso della procedura giudiziaria, per esempio riguardo alla loro identità ed al rispetto della loro vita privata. 
Unitamente al disegno di legge di ratifica della Convenzione, il nostro Parlamento ha inteso modificare anche alcuni aspetti penali del nostro ordinamento interno, come ad esempio introdurre il reato dell’apologia della pedofilia, ed il reato della pedofilia e pedopornografia culturale, vale a dire che, una volta ratificata la Convenzione queste nuove tipologie saranno reato, così come sarà reato adescare i nostri bambini attraverso la rete, tecnica ormai consolidata dai pedofili che agiscono indisturbati attraverso le chat, e i social network. 

La proposta di legge inerente la fattispecie dei reati di apologia della pedofilia, e della pedofilia e pedornografia culturale è stata scritta dal Ciatdm
(Coordinamento Internazionale Associazioni per la Tutela dei Diritti dei Minori) ed presentata in Parlamento ancora nella quattordicesima legislatura dall’Onorevole Francesca Martini oggi Sottosegretario alla salute,  ripresentata poi nelle successive legislature dall’ Onorevole Carolina Lussana. 

Oggi, finalmente, queste tipologie di reato sono inserite nel disegno di legge di ratifica da parte del nostro Parlamento della Convenzione di Lanzarote, peccato però che come scritto sopra questo disegno di legge viaggia da una Camera all’altra senza trovare la sua definitiva approvazione perché, i nostri parlamentari di Camera e Senato non sanno trovare un’intesa sul testo, modificandolo in continuazione. 
Ci sarebbe comunque ancora molto da fare,  manca ad esempio con Codice minorile globale che preveda il minore vittima attiva e passiva di reato, manca una riforma del Tribunale per i minorenni, che, a nostro avviso dovrebbe essere un organo snello e veloce con magistrati specializzati che sappiano dare risposte certe e veloci ai bambini, alle famiglie, manca una riforma seria e vera della giustizia minorile sia in ambito penale che civile. 
Non basta, approvare leggi istitutive del Garante per l’infanzia, o leggi di ratifica della Convenzione dei diritti per l’infanzia, se ancora oggi, manca la cultura vera e propria dell’infanzia, ancora dobbiamo fare tanta strada nel nostro Paese per capire che i bambini, i nostri figli sono un patrimonio della società civile e politica, i bambini sono soggetti di diritto e doveri.

Aurelia Passaseo  


Sagittario - compatibilità con gli altri segni


Il segno del Sagittario appartiene all'elemento Fuoco ed è governato dal pianeta Giove.


Vediamo ora il grado ci compatibilità con gli altri segni




* Ariete - rispetto reciproco e forte comprensione fra i partner, condividono gusti ed esperienze, sembrerebbe una coppia ok

* Toro - coppia un tantino squilibrata, entrambi sentono il "quasi dovere" di fare piacere all'altro

* Gemelli - la coppia appartiene a due segni opposti, tutto potrebbe funzionare come tutto crollare!

* Cancro - coppia un tantino squilibrata, entrambi sentono il "quasi dovere" di fare piacere all'altro

* Leone - rispetto reciproco e forte comprensione fra i partner, condividono gusti ed esperienze, sembrerebbe una coppia ok

* Vergine - sempre in contrasto e per convivere è necessario trovare dei compromessi sempre nuovi

* Bilancia - una coppia unita da amicizia e lealtà, il legame è destinato a durare a lungo

* Scorpione - uno è paziente e l'altro è tollerante, la coppia potrebbe funzionare

* Sagittario - feeling e complicità, tolleranti l'uno l'altro ma con poca sopportazione dei difetti del partner

* Capricorno - uno è paziente e l'altro è tollerante, la coppia potrebbe funzionare

* Acquario - una coppia unita da amicizia e lealtà, il legame è destinato a durare a lungo

* Pesci - sempre in contrasto e per convivere è necessario trovare dei compromessi sempre nuovi



Vuoi saperne di più? [CLICCA QUI]

Se vuoi l'affinità di coppia personalizzata [CLICCA QUI]

Leggi l'oroscopo della settimana in corso [CLICCA QUI]







Che Giustizia sia Fatta - di Nicole Dark





Il caso di Antonella Politano ormai dovrebbe essere noto a tutto il Paese. Ma non è così.

Purtroppo questo scandalo tanto eclatante e strepitoso, è stato ampiamente soffocato e arginato, che non è diventato altro che una leggenda metropolitana.

Il nostro Paese pullula di leggende metropolitane rese tali dall’infame ed efficace intento di gente senza scrupoli che non ne vuole sapere di far pagare ai colpevoli le loro nefandezze e i loro crimini spietati.

Anche se i reati sono evidenti e indubbi, molto spesso giacciono in qualche scartoffia dimenticata dalle varie procure. Abbandonate di proposito con tanto di beffa per chi è stato vittima di un’ingiustizia.

Le iniquità aumentano e s’introducono sempre più nei meandri di un silenzio richiesto da persone prepotenti e crudeli, un silenzio che però diventa assordante per le numerose vittime che gridano ancora e ancora, nella loro anima ferita, quella parola che ha perso il suo significato originale, giustizia!

E Antonella Politano invoca e implora che la sua giustizia sia fatta.

Glielo chiese suo padre sul letto di morte poiché dopo aver visto la sua famiglia sterminata, mentre esalava il suo ultimo respiro, chiese appunto a lei, unica sopravvissuta, di far luce sulla tremenda vicenda e denunciare chi aveva permesso che una tale sciagura potesse essere avvenuta per negligenza e noncuranza di criminali disgustosi e infinitamente crudeli.

Antonella, nonostante l’immenso dolore, fece la sua battaglia.

I responsabili furono processati, ma guarda caso furono anche assolti.

E questo fatto più che clamoroso non lo abbiamo visto molto alla tv, non lo abbiamo sentito fino allo sfinimento né udito come altri molto meno intensi che però fanno audience, non lo abbiamo sentito il tanto che basta per poterci indignare.

Anche se ci fu in’inchiesta, nessuno ha pagato.

E l’ombra della grande mano della criminalità organizzata si è posata sulla testa dei colpevoli che grazie a essa hanno trovato la via di scampo.

Antonella è rimasta sola.

Nonostante l’immenso sconforto, non si vuole arrendere.

Lei non può dimenticare le atroci sofferenze sui volti delle sue tre sorelle mentre morivano di cancro, su quelli di sua madre e di sua zia e … di suo padre che mentre la abbracciava le chiedeva giustizia per la sua famiglia.

Una famiglia sterminata a causa di una centralina telefonica che era collocata accanto alla sua casa, in via dei Giardini a Paola in provincia di Cosenza. Una casa dove era stato indotto ad abitare suo padre con la sua famiglia perché dipendente di quella compagnia che gli aveva regalato la morte, mentre gli assicurava un avvenire.

E Antonella non potrà mai scordare quella notte.

Esseri umani coperti da tute bianche e dotati di maschera nonché di guanti protettivi, in sordina smantellavano la centrale telefonica senza la dovuta protezione, che aveva procurato un veleno mortale per molta gente del posto.
Centinaia di persone hanno abbandonato la vita per la sola colpa di abitare in quella zona maledetta.

I colpevoli di quell’olocausto stavano scappando con le prove, come ladri nella notte.

E il loro indegno bottino non fu altro che preziose vite umane.

Il grido di dolore di Antonella non è stato ancora udito da chi ha il dovere di ascoltare, da chi è stato la causa di lutti scandalosi.

Ed io mi unisco a lei, come cittadina di uno Stato che senza decenza si proclama democratico.

Anche se sono passati alcuni anni dalla terribile verità, con più ardore e trasporto, grido insieme ad Antonella Politano: vergogna!

Scaglio la mia pietra, anche se so di essere senza peccato! So che non colpirà nessuno, si perderà nel mucchio di tutte le altre, scagliate dal dolore di altra gente.

Pietre che rimbalzano in quel muro di gomma denominato da tutti, associazione per delinquere e corruzione ripugnante.

Nicole Dark

In queste parole, scritte da Nicole Dark si può leggere come nel nostro Paese esista tanta ipocrisia e che la Giustizia fa acqua da tutte le parti!

E' doveroso avere il coraggio di denunciare certe meschinità e restare accanto a chi non si inchina di fronte al potere ed al vile denaro, è necessario avere il coraggio di dire BASTA!