lunedì 19 agosto 2013

C.I.A.T.D.M.- BIMBA RAPITA: TUTELA MINORI, STATO AIUTI MAMMA A RIVEDERLA


La battaglia continua!


Non ci fermeremo MAI di sollecitare chi di dovere affinchè l'interesse sulla piccola EMMA HOUDA non cali, anzi aumenti sempre più e la si riporti a casa dalla sua mamma!

Le istituzioni, purtroppo, si interessano troppo spesso di "altro" e non dei propri cittadini che vengono vessati e depredati della propria libertà: vorremmo ricordare che NON dovrebbero esistere cittadini di serie B!

La piccola Emma Houda è CITTADINA ITALIANA!

LOTTIAMO AFFINCHE' VENGA RESTITUITA ALLA SUA MAMMA!

BIMBA RAPITA: TUTELA MINORI, STATO AIUTI MAMMA A RIVEDERLA (AGI) - Roma, 16 ago. -

"Lo Stato aiuti una mamma che da oltre un anno e mezzo non vede piu' la sua bambina perche' rapita dal padre siriano per vendicarsi della ex moglie e portata in Siria sotto le bombe". E' uno dei passaggi dell'appello lanciato al presidente della Camera dei deputati Laura Boldrini ("in quanto donna, mamma e terza carica dello Stato") da Aurelia Passaseo,presidente del Ciatdm, il Coordinamento internazionale delle associazioni per la tutela dei diritti dei minori, che sin dalle sue primissime battute il caso di Houda Emma Kharat.Della piccola, che oggi ha tre anni e mezzo, si sono perse le tracce: la mamma, Alice Rossini, non sa nemmeno se e' viva. Sono pienamente cosciente che la situazione in Siria non e' ottimale per noi - scrive Passaseo -anche perche' la nostra ambasciata e' chiusa" ma "sono convinta che lo Stato debba far qualcosa per la piccola Emma, solo ed esclusivamente cittadina italiana anche se riconosciuta dal padre che pero' non ha provveduto a trascrivere l'atto matrimoniale nel suo Paese di origine". Nei mesi passati, il Ciatdm si e' gia' rivolto alle istituzioni coinvolte, a partire dalla Farnesina, ma le risposte sin qui avute non appaiono "soddisfacenti" e"sicuramente non rispondono ai vari interrogativi" sin dal momento dell'imbarco aereo del padre a Milano con la bambina,datato 18 dicembre 2011 e avvenuto senza la necessaria autorizzazione della madre. "E' doveroso - sottolinea Passaseo- occuparsi della sorte dell'inviato della Stampa Quirico e del  sacerdote Dall'Oglio ma il fatto che non venga detta nemmeno una parola sulla sorte della piccola Emma suggerisce la sgradevole sensazione che per lo Stato esistano cittadini di serie A e di serie B". In giugno, era stato il senatore PD Ludovico Sonego a presentare un'interrogazione a risposta scritta a Emma Bonino per sapere "quali iniziative abbia sin qui messo in atto il ministero degli Esteri, anche eventualmente ricorrendo alla collaborazione di servizi diplomatici e di intelligence di altri Paesi, per riportare inItalia Emma". Al riguardo, il viceministro Bruno Archi ha assicurato che il ministero ha seguito "sin dall'inizio" e segue tuttora "con il massimo impegno la vicenda" ricordando pero' che "la Siria non aderisce alla Convenzione dell'Aja del1980 sugli aspetti civili della sottrazione internazionale dei minori, che vincola i paesi aderenti a rispettare le procedure,i termini e le competenze istituzionali in essa previste"".(AGI)Bas161504 AGO 13NNNN 



MAURIZIO RUSSO - Necessarie evasioni




Liberarsi dalle catene, che abbiamo temperato con tanta dedizione nel tempo trascorso, e consegnarsi all'incognita del domani.

L'unica via per lasciarci attraversare dalla vita...







Necessarie evasioni

Crescere costa
è evidente,
si matura volente
o nolente.

Assumendo carichi
di responsabilità,
si vive da adulti
a qual si voglia età.

A salvarci,
c'è un bambino
in ognuno di noi:
ladri, santi, matti, eroi.

Questo essere piccolino,
si sveglia con noi
di buon mattino,
sempre a volerci ricordare,

che possiamo eludere
le consuetudini,
alle nostre imperanti
abitudini.



Mi chiamo Maurizio Russo, scrivo da un po di anni ed anche se provengo da un territorio socialmente difficile, o più precisamente impegnativo come Casal di Principe, ho iniziato a scrivere per chiarirmi con me stesso prima che con gli altri. Ho preso così gusto all'opera di scrittura, quindi a lavorare agli scritti prestando attenzione alla forma estetica al di la dei concetti espressi. Non so dare indicazioni accademiche per il genere delle mie poesie, scrivo d'istinto, e per tanto accetto ogni genere di critica sulle mie pubblicazioni.

Collaboro da tempo con Radio l'Isola che non c'è sia nella lettura delle mie poesie che dando ampio spazio a questo tema assai affascinante!


Buona lettura ai frequentatori di queste pagine e se vi parrà il caso: 
fatemi sapere la vostra!!!

vinci995@libero.it


lunedì 12 agosto 2013

C.I.A.T.D.M. scrive alla presidente Boldrini per la piccola Houda Emma Kharat

Con la speranza che le voci che si levano in favore della piccola Houda Emma Kharat, rapita dal padre e portata in Siria vengano prese in considerazione!
Qui di seguito riporto lo scritto che la presidente del CIATDM ha inviato alla presidente della Camera Boldrini:


Gentile Presidente, 
mi chiamo Aurelia.............. e , sono presidente del Ciatdm (Coordinamento Internazionale Associazioni per la Tutela dei Diritti dei Minori) che ha sede a Pordenone.
Mi rivolgo a Lei in quanto donna, mamma e , terza carica dello Stato ma, sopratutto mi rivolgo a Lei ed alla Sua sensibilità di madre affinchè lo Stato aiuti una mamma che da oltre un'anno e mezzo non vede più la sua piccola bambina perchè rapita dal padre siriano per vendicarsi della sua ex moglie in data 18 dicembre 2011 e portata in Siria sotto le bombe. 
La bambina oggi ha tre e mezzo circa e di lei si sono perse le tracce da quel fatidico 18 dicembre 2011.
Mi preme sottolineare che sono pienamente coscIente che la situazione in Siria non è ottimale per noi perchè non vi è in loco nessun rappresentante dello Stato Italiano in quanto la nostra Ambasciata è chiusa, però sono convinta che il nostro Stato debba far qualcosa per la piccola Houda Emma Kharat che è solo ed esclusivamente cittadina Italiana anche se riconosciuta dal padre che, però non ha provveduto a trascrivere l'atto matrimoniale nel suo Paese di origine e, per tale motivo la bimba non ha la doppia nazionalità.
Il Ciatdm segue il caso della piccola Houda Emma e della sua mamma Alice Rossini sin dall'inizio della vicenda sollecitando le forze politiche ad occuparsi di questa vicenda e, le risposte che sono state date dal Ministero Affari Esteri prima con il Governo Monti poi oggi , con il Governo Letta alle varie interrogazioni parlamentari sono sempre le solite e cioè il solito rituale copia incolla preconfezionato e firmato dai vari Sottosegretari o Vice Ministri di turno.
Queste risposte non solo non soddisfano sicuramente la mamma in quanto non rispondono ai vari interrogativi e lacune che vi sono state al momento dell'imbarco aereo del padre con la bambina ma, neppure il Ciatdm .
Siamo dispiaciuti nel sentire le dichiarazioni che il  Ministro Bonino rilascia alla stampa ai  vari TG di Stato e non, circa le situazioni del giornalista Quirico e del sacerdote Dall'Oglio e nulla, nemmeno una parola sulla piccola Houda Emma Kharat . Quale è la distinzione tra i nostri due connazionali illustri come Quirico,  Dall'Oglio e la piccola Houda Emma ? 
E' una domanda che più volte mi sono posta e a cui ho solo saputo dare una risposta che, per le nostre  Istituzioni, per lo Stato ci sono cittadini di serie A e di serie B e, la piccola Houda Emma, la sua mamma,  purtroppo è triste pensarlo, dirlo e constatarlo sono cittadini di serie B.
Auspico che Lei voglia adoperarsi attraverso le Sue conoscenze e canali di quando era Commissario dell'Onu per i rifugiati per aiutare concretamente mamma Alice Rossini a riabbracciare quanto prima la sua piccola Houda Emma che, sicuramente porterà su di sè tutti i traumi devastanti subiti dall'allontamento della sua mamma e da una guerra che certamente non è la sua .
Sono a Sua disposizione se lo desidera non solo a fornirLe tutta la documentazione sul caso ivi compresa copia di una petizione popolare di iniziativa del Ciatdm, ed, a metterLa in contatto con mamma Alice qualora Lei desiderasse non solo parlarle ma incontrarla di persona per darle tutto il sostegno dello Stato che sino ad ora ha latitato .
Non mi divulgo oltre e, confidando nella Sua sensibilità  nel ringraziarLa anticipatamente per quanto potrà fare e farà per la nostra piccola Houda Emma Kharat e la sua mamma, colgo l'occasione per porgerLe cordiali distinti saluti .


IL Presidente Ciatdm
segue nome e cognome e vari riferimenti per contattarmi.