domenica 29 gennaio 2017

L'anno del Gallo di Fuoco

In Cina, ma anche in molto altri paesi dell'Estremo Oriente, il Capodanno viene festeggiato seguendo un calendario lunisolare e non gregoriano come in Occidente.

Secondo il calendario lunisolare i mesi iniziano ad ogni novilunio, la data di inizio del primo mese (e quindi del capodanno) può variare di anno in anno perchè viene a coincidere con la seconda luna nuova dopo il solstizio d'inverno (21 dicembre circa), quindi il Capodanno Cinese o Lunare può avvenire fra il 21 gennaio e il 19 febbraio del calendario gregoriano.

Le festività durano diversi giorni e si concludono con la tradizionale e stupenda Festa delle Lanterne.

Quest'anno il Capodanno Cinese cade il 28 gennaio e si estenderà fino al 2 febbraio, sarà accompagnato da spettacoli, balli e fuochi d'artificio e determinerà l'entrata in una nuova fase:

il 2017 è l'Anno del Gallo.

Secondo l'Astrologia Cinese, che si differenzia da quella Occidentale perchè fondata sui movimenti della Luna e non su quelli del Sole, ogni ciclo temporale ha una durata di 60 anni e all'interno di questo si alternano 12 settori rispetto ai 5 elementi: acqua, metallo, fuoco, terra e legno.

Ogni elemento ha una durata lunare, 354 giorni,  ogni settore corrisponde ad un animale: Topo, Bue (bufalo), Tigre, Lepre (coniglio), Drago, Serpente, Cavallo, Capra, Scimmia, Gallo,  Cane, Cinghiale (maiale).



I 12 animali dello Zodiaco Cinese seguono un ordine secondo il Principio dello Yin e dello Yang da cui percepiscono delle caratteristiche.


Significato Simbolico dei 12 Segni Zodiacali 


Topo -  Saggezza

Bue -  Operosità

Tigre - Coraggio

Coniglio - Prudenza

Drago - Forza

Serpente - Agilità

Cavallo - Lungimiranza

Capra - Uniformità

Scimmia - Mutabilità

Gallo - Costanza

Cane - Fedeltà

Maiale - Amabilità



Gli anni dello Zodiaco Cinese e gli Animali


Topo: 2020, 2008, 1996, 1984, 1972, 1960, 1948

Bue: 2021, 2009, 1997, 1985, 1973, 1961, 1949

Tigre: 2022, 2010, 1998, 1986, 1974, 1962, 1950

Coniglio: 2023, 2011, 1999, 1987, 1975, 1963, 1951

Drago: 2024, 2012, 2000, 1988, 1976, 1964, 1952

Serpente: 2025 2013, 2001, 1989, 1977, 1965, 1953

Cavallo: 2026, 2014, 2002, 1990, 1978, 1966, 1954

Capra: 2027, 2015, 2003, 1991, 1979, 1967, 1955

Scimmia: 2028, 2016, 2004, 1992, 1980, 1968, 1956

Gallo: 2029, 2017, 2005, 1993, 1981, 1969, 1957

Cane: 2030, 2018, 2006, 1994, 1982, 1970, 1958

Maiale: 2031, 2019, 2007, 1995, 1983, 1971, 1959



Il segno del Gallo


Secondo l'Astrologia Cinese, il Gallo è un segno caratterizzato da molti attributi positivi: lealtà, coraggio, intraprendenza, tenacia, puntualità ma anche da vanità ed un eccesso di romanticismo.


Il 2017  è definito l'Anno del Gallo di Fuoco


perchè ogni segno zodiacale è abbinato ad un elemento e questi abbinamenti ritornano ogni 60 anni. 
Quindi l'anno del Gallo di Fuoco precedente è il 1957: chi nasce sotto questo segno è una persona responsabile, affidabile e capace nella gestione del tempo.









lunedì 23 gennaio 2017

Jacques Prévert - Demoni e meraviglie



Jacques Prévert 

Demoni e meraviglie




Demoni e meraviglie 
Venti e maree 
Lontano di già si e' ritirato il mare 
E tu 
Come alga dolcemente accarezzata dal vento 
Nella sabbia del tuo letto ti agiti sognando
Demoni e meraviglie 
Venti e maree 
Lontano di già si e' ritirato il mare 
Ma nei tuoi occhi socchiusi 
Due piccole onde son rimaste
Demoni e meraviglie 
Venti e maree 
Due piccole onde per annegarmi.





Nasce a Neuilly-sur-Seine nel 1900 ed è uno dei poeti francesi più popolari del XX secolo. Conosce, da giovanissimo, André Breton, Raymond Queneau e i surrealisti ed entra a far parte di questo gruppo, interessato dall'arte populista. Nel 1928 si discosta da questi e frequenta il Groupe Octobre, della Federazione Teatro Operaio. Tra il 1932 e il 1936 inizia le sue collaborazioni cinematografiche. Dopo un grave incidente, nel 1948, si trasferisce con la famiglia a Sanit Paul de Vence  dove rimane fino al 1951. 
I temi preferiti, nella sua poesia, sono l'amore, la libertà, il sogno e la fantasia, ma anche l'umorismo e la satira contro i potenti. Ricordiamo fra i tanti suoi successi: Parole (1945), La pioggia e il bel tempo (1955), Alberi (1976); in Italia sono state pubblicate, oltre a queste, varie antologie come Le foglie morte (dal titolo di una sua celebre poesia), Poesie d'amore e Poesie. Muore a Parigi nel 1977.

domenica 8 gennaio 2017

Inverno - Nora Calvi





Nora Calvi

Inverno






Tornerà l’Inverno…
solenne, inesorabile
a smorzare tardivi
guizzi di colore,
a esaltare nel gelo
solitudini degli spazi
e dell’animo.
Giungerà l’Inverno…
mitico, sovrano
di silenzi e candore,
abile a tendere insidie
ai nostri passi,
a cavalcare
schermaglie di rancore…
…eppure geniale
a spargere trame cristalline
al ridestato incanto
di giardini assopiti
nel grigiore, spiraglio
allo stupore dell’infanzia…
…talora indulgente
a sorprenderci con inattesi
squarci di azzurro,
quasi a riconciliarci
con nuova mitezza
di pensieri…
… E noi, rinchiusi
in angoli di tepore
a coltivare ricordi,
ne spiamo dai vetri
il respiro, mentre inquieto
ci punge il pensiero
che il Pianeta
non ci appartiene.




CALVI NORA,  vive e opera a Broni (PV). Laureata alla Università  Cattolica di Milano ha insegnato  Lettere nella scuola. Ha vinto diversi premi letterari. Nel 2006: Concorso San Colombano di Santa Giuletta (PV), 1° Premio; nel 2007 : Premio Città di Broni (3° Premio Sez.Vino); nel 2009: “ Parole e poesia” di Formigine (MO); nel 2010: Premio “Albano-Greggio-Oldenico” (VC); nel 2011 : Città di Voghera , Premio Sirmione-Lugana (2° classificato); nel 2012: Cinque terre-Golfo dei Poeti –Siro Guerrieri, Premio Città di San Gillio; nel 2013 Premio Città di San Gillio, Val di Magra-Roberto Micheloni di Aulla (MS); nel 2014 : Città di Fucecchio (FI) 2° Premio, Salotto Letterario “ Il numero Uno della Poesia Italiana Contemporanea” di Torino, Cinque Terre-Golfo dei Poeti Sirio Guerrieri; nel 2015: Premio per la poesia religiosa al Concorso “Val di Vara A.Marziale”,  Premio Albero Andronico di Roma: Ha avuto due importanti successi all’ HISTONIUM 2014, dove è risultata vincitrice nella sezione F con una poesia sul tema degli animali, e all’ HISTONIUM 2015, dove ha vinto la sezione della poesia a tema libero. Ha partecipato ad altre quattro edizioni dell’ HISTONIUM, ricevendo, sempre per la poesia inedita a tema libero, Il Premio Speciale del Presidente (2010), il Premio Speciale Unico  per la Lombardia (2011), Il Premio Speciale della Giuria (2012 e “2013). Nel 2013 ha pubblicato la Silloge “Segnali di Primavera” ( Edizione Cannarsa di Vasto). E’ presente in varie raccolte antologiche italiane. Sul sito dellAvis di Broni è pubblicata la poesia “Ai Donatori. Nel 2015; Città di Fucecchio (2° premio), Premio Internazionale Città di Matera (4° Premio ex aequo), finalista Premio Sirmione-Lugana, VIENE NOMINATA  “POETA ACCADEMICO DEL PREMIO HISTONIUM DI VASTO”. Nel “2016 ; Premio “il Numero Uno della Poesia Italiana Contemporanea” di Torino Menzione d’onore; Premio  Città di Pianezza Menzione di merito.
IL 16/04/2016 la Città di Broni Le conferisce la BENEMERENZA CIVICA “ IL SAN CONTARDINO D’ORO”  per meriti letterari in occasione dell’800 anniversario della nascita del Santo Patrono San Contardo d’Este (della famiglia Estense di Ferrara) e compatrono di Modena.